Microsoft Lancia Windows 8.1 with Bing: ecco tutto quello che c’è da sapere

All’inizio del 2014 erano state diffuse diverse immagini di una versione di Windows 8.1 “with Bing”: subito si è pensato ad una versione gratuita di Windows che incorporasse tutti i prodotti on-line (come Bing, Outlook, OneDrive ed altri) dell’azienda “made in Redmond”. In questo modo, anziché acquistare una licenza, gli utenti avrebbero pagato il prodotto visualizzando gli annunci pubblicitari presenti nei vari servizi.

windows_8.1_bing

Oggi, ad alcuni mesi di distanza dalle indiscrezioni, Microsoft annuncia il prodotto al pubblico e ne svela le caratteristiche. L’annuncio si apre con uno sguardo al futuro Computex di Taipei: “[…] vedrete molti dei nostri partner annunciare nuovi dispositivi con Windows”.

Nel mese di febbraio, infatti, l’azienda ha giocato due carte importantissime per gli assemblatori: la modifica dei costi delle licenze e l’abbassamento dei requisiti minimi. Con il primo punto Windows e Windows Phone sono diventati gratuiti per i dispositivi con schermo fino a 9”; mentre per tablet più grandi, notebook e desktop il prezzo passa da 50 $ a 15 $. Con il secondo punto il sistema operativo richiederà componenti meno prestanti, abbassando dunque il prezzo finale dei dispositivi, il tutto a vantaggio degli utenti.

Il terzo passo, infine, è proprio Windows 8.1 with Bing: disponibile solamente per i partner hardware (quindi non sarà acquistabile a parte), l’unica modifica rispetto ad un “normale” Windows è la presenza di Bing come motore di ricerca predefinito in Internet Explorer. Su alcuni dispositivi selezionati (soprattutto i tablet), inoltre, sarà presente una licenza per Microsoft Office o un abbonamento annuale a Microsoft Office 365.

Ovviamente nulla impedirà agli utenti di cambiare le impostazioni di Internet Explorer (come vi abbiamo già mostrato), d’installare un altro brower o di rimuovere la suite di Office.

Non rimane dunque che attendere la nota fiera, che si svolgerà in Taiwan la prima settimana di giugno: lì sarà possibile vedere l’effetto reale delle modifiche apportate dall’azienda di Satya Nadella.

– – –

Fonte: WindowsBlogs