Windows XP: come aumentare la sicurezza dopo la fine del supporto

Oggi, 8 Aprile 2014, Microsoft abbandona Windows XP dopo 13 anni di onorato servizio: ne avevamo parlato esattamente un mese fa nel nostro editoriale, ripercorrendo a grandi linee le tappe che lo hanno fatto diventare così popolare.

Però, nonostante avessimo concluso l’articolo consigliando a tutti di aggiornare a una nuova versione di Windows; ci siamo resi conto che non tutti possono o vogliono percorrere questa strada. Ecco, dunque, alcuni consigli su come aumentare la sicurezza di Windows XP dopo la fine del supporto della casa madre.

Questa guida si applica a: Windows XP

Difficilmente vedremo nuovamente questa schermata.

Difficilmente vedremo nuovamente questa schermata.

Nota: sebbene tali consigli siano indirizzati principalmente agli utenti di Windows XP; i seguenti punti andrebbero applicati ad ogni computer collegato ad Internet.

Passo 1: utilizzare un account con privilegi limitati

Ogni giorno sono tantissimi coloro che accedono a Windows tramite un account con privilegi d’amministratore. Ciò è fondamentalmente sbagliato: un account amministratore, infatti, può effettuare qualsiasi modifica al computer senza che ne venga richiesta l’autorizzazione (per questo, da Vista in poi, è stato introdotto il Controllo Account Utente). Ciò può comportare due problemi: è possibile arrecare inconsapevolmente dei danni al sistema ed aumentano le probabilità di essere infettati da virus ed altro malware.

Un account limitato, al contrario, ha un accesso ristretto alle impostazioni presenti nel computer: di conseguenza risulta più difficile arrecare dei danni. E’ limitata persino l’installazione di programmi e periferiche: per eseguire tali operazioni, infatti, è necessario inserire nome utente e password di un account con privilegi amministrativi.

Vediamo, quindi, come creare un nuovo account utente con privilegi limitati:

1) Accedere a Windows con un account utente con privilegi di amministratore.

2) Aprire il menù Start ed aprire il Pannello di controllo: se si ha la visualizzazione a categorie, occorre cliccare sulla voce “Passa alla visualizzazione classica” presente nella barra a sinistra.

3) Fare doppio clic sull’icona “Account utente”. Nella finestra “Account utente” cliccare sulla voce “Crea nuovo account”, inserire un nome per il nuovo account utente, cliccare sul pulsante “Avanti >” e cliccare sulla voce “Limitato”. Cliccare, infine, sul pulsante “Crea account”.

Una volta creato il nuovo account utente limitato, è possibile utilizzarlo per accedere a Windows ed utilizzare il sistema esattamente come prima. Ogni qualvolta è necessario apportare delle modifiche alle impostazioni, è possibile cambiare account “al volo”. E’ consigliabile copiare tutti i file dall’account amministratore a quello limitato.

Passo 2: installare gli aggiornamenti per Windows

In questi anni Microsoft ha rilasciato numerosi aggiornamenti per Windows XP; la maggior parte contenuti nei service pack. Tali pacchetti sono fondamentali: essi aumentano la sicurezza del sistema, ne migliorano le prestazioni e sono obbligatori per ricevere ulteriori aggiornamenti o installare nuove versioni dei programmi.

E’ quindi consigliato avere installato Il Service Pack 3 (l’ultimo disponibile). Per verificarne l’eventuale presenza (o assenza), aprire il menù Start, cliccare con il tasto destro su “Risorse del computer” e cliccare sulla voce “Proprietà”. Alla scheda “Generale”, tra le varie voci, verrà indicato il service pack installato: se non è presente la dicitura “Service Pack 3”, occorre eseguire l’aggiornamento.

Service Pack 3 per Windows XP

Nome file: WindowsXP-KB936929-SP3-x86-ITA.exe – Dimensione: 308.0 MB

Allo stesso modo, siccome i vari aggiornamenti forniti su Windows Update sono gestiti dal browser Microsoft, è consigliato avere installato Internet Explorer 8.

Internet Explorer 8 per Windows XP 32 Bit

Nome file: IE8-WindowsXP-x86-ITA.exe – Dimensione: 16.2 MB

A questo punto non rimane che installare i rimanenti aggiornamenti tramite Windows Update, raggiungendo l’omonima voce dal menù Start o dal Pannello di controllo.

Passo 3: aggiornare l’antivirus

L’antivirus è un altro componente fondamentale per Windows, che dovrebbe essere sempre aggiornato all’ultima versione disponibile, e con le funzionalità di protezioni attive. Non è raro, però, trovare installate vecchie versioni del programma, o addirittura versioni di prova scadute assolutamente inutili. E’ consigliabile rimuovere questi vecchi programmi ed installare uno dei vari antivirus gratuitamente disponibili su Internet: ne consigliamo tre, che riteniamo efficaci contro i pericoli presenti sul WEB ma al tempo stesso leggeri e facili da usare:

Alwil avast! Free Antivirus 2014

Uno dei migliori, se non IL MIGLIORE antivirus gratuito. Oltre a rimuovere i vari programmi nocivi (non solo virus, ma anche spyware, trojan, worm ed tanto altro), consente di aggiornare i vari programmi installati e di creare un disco per ripulire il PC anche quando viene impedito l’avvio. E’ stato confermato il supporto a Windows XP fino al 2017.

Requisiti minimi: SO: Windows XP SP2, CPU: Intel Pentium 3, RAM: 128 MB.

AVG AntiVirus FREE 2014

Altro antivirus molto conosciuto su Internet, AVG consente di rimuovere quasi tutti virus. Inoltre, consente di cancellare definitivamente documenti privati e controlla, tramite una toolbar, i vari collegamenti presenti nel browser.

Requisiti minimi: SO: Windows XP, CPU: Intel Pentium 1.5 GHz, RAM: 512 MB.

Microsoft Security Essentials

L’antivirus proveniente dalle stesse persone che sviluppano e vendono Windows. Molto semplice nell’utilizzo, il suo motore di scansione influisce minimamente sulle prestazioni del computer. E’ stato confermato il supporto a Windows XP fino al 14 luglio 2015.

Requisiti minimi: SO: Windows XP SP3, CPU: 500 MHz, RAM: 256 MB.

Passo 4: aggiornare i programmi

Altra cosa che ignorano gli utenti sono gli aggiornamenti dei programmi. Esattamente come il sistema operativo, anche i programmi ricevono correzioni, miglioramenti ed nuove funzioni. Utilizzare un programma datato, infatti, può rivelarsi un rischio per la sicurezza. Basti pensare a quante volte Adobe Reader, oppure Oracle Java, sono presi di mira dai cracker per installare virus all’insaputa degli utenti.

Su Internet sono disponibili diversi software in grado di controllare eventuali aggiornamenti disponibili per i programmi installati sul proprio PC; ed uno di questi è FileHippo.com Update Checker. Una volta scaricato (occupa solo alcuni kilobyte) ed eseguito, il programma analizzerà ciò che è installato sul computer: al termine della scansione, si aprirà una finestra del browser in cui verranno indicati i programmi da aggiornare. Indispensabile!

FileHippo.com Update Checker

Requisiti minimi: SO: Windows XP, Microsoft .NET Framework 2.0.

Passo 5: sostituire Internet Explorer

Il browser by Redmond è arrivato alla versione 11; ma su Windows XP è possibile installare solamente Internet Explorer 8 (che avete installato al passo 2). Essendo stato rilasciato nel 2009, questo browser risulta ormai inadatto alla navigazione WEB; ed è consigliabile utilizzarlo solamente per installare gli aggiornamenti di Windows Update.

Al suo posto vi sono validissime alternative, tra cui Google Chrome e Mozilla Firefox (che molti di voi già conosceranno). Questi due browser vengono continuamente aggiornati dai rispettivi sviluppatori, che ne migliorano velocità e sicurezza.

Google Chrome, inoltre, dispone di una funzione in grado di isolare le pagine WEB ed i vari contenuti dal sistema operativo, impedendo la propagazione di malware.

Mozilla ha dichiarato di voler continuare Windows XP fino ad una data imprecisata, così come Google Chrome riceverà aggiornamenti fino ad aprile 2015.

Google Chrome

Requisiti minimi: SO: Windows XP SP2, CPU: Intel Pentium 4, RAM: 128 MB.

Mozilla Firefox

Requisiti minimi: SO: Windows XP SP2, CPU: Intel Pentium 4, RAM: 512 MB.

– – –

Con questi cinque semplici passi potrete tornare ad usare Windows XP con tranquillità (ma non cliccate su cose a caso!); anche se il consiglio di aggiornare rimane comunque validissimo. Con l’avanzare del tempo, Windows XP diventerà sempre più obsoleto e sarà sempre meno supportato: non ci si può aspettare altro, da un prodotto informatico che ha oltre dieci anni di vecchiaia!

E voi, cosa fate per rendere più sicuro il vostro computer? Utilizzate ancora Windows XP o siete passati a qualcosa di più moderno? Lo spazio dei commenti è tutto vostro! 😀