Come calcolare l’hash (come MD5 e SHA-1) dei file

Una cosa che potrebbe accadere quando si copiano o scaricano file è la corruzione degli stessi: può capitare, infatti, che parte del file venga scritta in maniera errata sul nostro computer; perdendo le informazioni contenute. Ci sono casi, quindi, in cui occorre verificare l’integrità dei file; e ciò è possibile farlo calcolando l’hash del file preso in considerazione.

Questa guida si applica a: Windows 8.1 / 8 / 7 / Vista / XP

– Che cos’è l’hash

Senza entrare nello specifico (in quanto entreremmo nel campo matematico), un codice hash è un codice univoco per ogni file. Non esistono file diversi che abbiano lo stesso hash; così com’è impossibile modificare (anche di un solo bit) un file senza modificarne l’hash. Qualora due file abbiano lo stesso codice hash, si ha la sicurezza di avere due file perfettamente uguali, senza alterazioni di sorta. Vi sono diversi algoritmi per calcolare un codice hash, ognuno con caratteristiche differenti: i due algoritmi più utilizzati sono l’MD5 e lo SHA-1.
Per chi volesse approfondire il discorso può consultare la relativa pagina su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Hash.

 

Avere la certezza di possedere una copia originale di un file è molto importante, ad esempio, quando si scaricano sistemi operativi da Internet: un codice hash non corrispondente a quanto fornito si traduce in un’errata scrittura sul disco; che potrebbe successivamente creare problemi. Un’altra spiegazione di un codice hash non corrispondente è l’alterazione: non è raro, infatti, trovare sulla rete sistemi operativi con all’interno virus.

Andiamo, dunque, a vedere come calcolare l’hash di un file qualsiasi.

– Calcolare l’hash con Marxio File Checksum Verifier

Marxio File Checksum Verifier è un programma di piccole dimensioni che non necessita d’installazione. E’ possibile scaricarlo dal seguente collegamento:

1) Una volta scaricato ed estratto l’archivio, avviare l’eseguibile.

2) Cliccare sul menù a tendina vicino a “Checksum type:”  e selezionare lo stesso algoritmo utilizzato da colui che ha rilasciato il file.

MarxioFCVGuide1

3) Copiare ed incollare l’hash del file originale nel campo “Compare with:”.

MarxioFCVGuide2

4) Cliccare sull’icona della cartella in direzione di “Filename:” e selezionare il file.

MarxioFCVGuide3

5) Se il calcolo non parte automaticamente, cliccare sul pulsante “Calculate” ed attendere il termine dell’operazione.

MarxioFCVGuide4

6) Al termine del calcolo, se i due codici combacieranno, comparirà un segno di spunta verde accanto alla voce “Compare with:”; diversamente, comparirà una X rossa.

MarxioFCVGuide5

Non è stato difficle, vero? 😀